©2011 Comune di Mareno di Piave (TV) - Tutti i diritti riservati

seguici su Facebook
sei in:  VIVERE A MARENO  -  Car Pooling
Share |

Car Pooling

car pooling
Durante il Meeting “Tre anni di piedibus: attori a confronto” tenutosi a Conegliano il 2 ottobre 2010, l’Azienda Sanitaria Locale, in un’ottica di mobilità sostenibile, ha proposto l’attività di “car pooling”.
Il car pooling è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con l'obiettivo di aumentare il numero di occupanti delle auto private, per combinare i percorsi comuni e ridurre il numero delle auto nel territorio circostante la scuola, ottenendo vantaggi ambientali notevoli in tema di: riduzione dell'inquinamento atmosferico, acustico e congestione del traffico, riduzione degli incidenti stradali, riduzione dei tempi di spostamento.
Inoltre per la famiglia che usufruisce del car pooling i vantaggi sono: minor costo di trasporto dei figli a scuola, migliore e meno
stressante gestione del tempo mattutino da parte dei genitori, maggior facilità nella socializzazione e solidarietà orizzontale dei bambini e delle loro famiglie impegnate nell'organizzazione dei percorsi.
La proposta è stata fin da subito accolta dall'Amministrazione Comunale di Mareno di Piave che ha avviato assieme all’ASL una rilevazione sulle diverse modalità di trasporto degli studenti nei percorsi casa-scuola e scuola-casa nelle scuole primarie e nella scuola secondaria di primo grado per verificare la fattibilità del progetto.
Dopo questa fase di studio e progettazione il progetto è quindi partito.
Con grande soddisfazione da parte di tutti gli operatori interessati possiamo dire che il car pooling è oggi operativo in 4 Istituti scolastici presenti nel nostro Comune, Scuola Infanzia "San Pio X", Scuola Primaria “Conti Agosti”Scuola Primaria di Campagnola, Scuola Secondaria di Primo Grado “A.Manzoni”: attualmente gli equipaggi sono 23, composti da 70 bambini e 51 autisti,  distribuiti su 11 percorsi.
 

Regolamento

1- Denominazione e referenti
Il Progetto “Andiamo a scuola con il car pooling” è promosso dall'Azienda ULSS 7 di Pieve di Soligo ed è sostenuto dal Comune di Mareno di Piave e dall'Istituto Comprensivo di Vazzola (TV).

2 - Premesse e finalità del Progetto
L'Azienda ULSS 7, per prevenire le conseguenze sanitarie e sociali legate all'incidente stradale, sin dal 1998 ha adottato il Programma Regionale Triennale di Prevenzione degli Incidenti Stradali approvato dalla Giunta Regionale del Veneto con DGR 5096 del 28 dicembre 1998.
L'Amministrazione Comunale di Mareno di Piave già con l'ordinanza n. 104 del 28.12.2009 ha previsto le misure di emergenza finalizzate al miglioramento della qualità dell'aria per la tutela della salute pubblica individuando tra i comportamenti di salvaguardia della salute quello di 'utilizzare in modo condiviso l'automobile, per diminuire il numero di veicoli circolanti (car sharing, car pooling).
Di recente con Delibera Comunale n. 33 del 12 aprile 2011 l'Amministrazione ha deliberato di attivare il progetto car pooling scolastico per le scuole primarie di Mareno capoluogo e di Campagnola, per continuare a sostenere con convinzione diversi tipi di mobilità sostenibile. Infatti nel territorio di Mareno di Piave sono già presenti ben 6 percorsi piedibus.
Il car pooling è un sistema di trasporto collettivo con mezzo privato, organizzato dai genitori degli studenti che frequentano le Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado del Comune. Tale sistema di trasporto collettivo consiste nella creazione di un gruppo di persone, non inferiore a tre, che accetti di utilizzare, negli spostamenti sistematici (casa-scuola e scuola-casa), un solo mezzo privato. In tal modo si vuole perseguire l’obiettivo di aumentare il numero di occupanti delle auto private, per combinare i percorsi comuni e ridurre il numero delle auto nel territorio circostante la scuola, ottenendo vantaggi ambientali notevoli in tema di: riduzione dell'inquinamento atmosferico, acustico e congestione del traffico, riduzione degli incidenti stradali, riduzione dei tempi di spostamento. Inoltre per la famiglia che usufruisce del Carpooling i vantaggi sono: minor costo di trasporto dei figli a scuola, migliore e meno stressante gestione del tempo mattutino da parte dei genitori, maggior facilità nella socializzazione e solidarietà orizzantale dei bambini e delle loro famiglie, impegnate nell'organizzazione dei percorsi.

3 - Adesioni
Possono aderire al progetto i genitori dei bambini ma anche qualsiasi altro cittadino, ritenuto dai genitori idoneo, che condivida con loro le finalità e sia disponibile a dedicare un po' di tempo alla realizzazione del progetto.

4 - Organizzazione e gestione del Progetto
Il progetto, promosso dall'Azienda ULSS 7, è gestito dall'Amministrazione Comunale e dall'Istituto Comprensivo di Vazzola, in concerto con il gruppo formale di genitori del Piedibus incaricati di:
  • far conoscere e promuovere il progetto, raccogliere le adesioni e organizzare la banca dati degli equipaggi iscritti al Progetto;
  • rilasciare i contrassegni, forniti dall'Azienda Sanitaria, per il parcheggio riservato alle autovetture utilizzate per il trasporto collettivo;
  • controllare la corretta fruizione del servizio.
Il Servizio per l'Educazione e la Promozione della Salute e il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'Azienda ULSS 7, si occuperà del monitoraggio del Progetto esaminando l'efficacia e l'efficienza dell'iniziativa, il gradimento e il livello di socializzazione delle persone coinvolte, attraverso modalità di partecipazione comunitaria, ed infine la valutazione della ricaduta dell'iniziativa sull'ambiente circostante, in particolare in termini di riduzione delle emissioni di CO2 nell'aria.

5 - Formazione dell'equipaggio e iscrizione dell’autista e dei passeggeri
La formazione dell’equipaggio sarà formalmente accertata e accettata dopo averne verificata la coerenza in termini di efficienza dei percorsi effettuati per raggiungere la scuola, in quanto gli equipaggi di car-pooling saranno formati autonomamente da genitori che, lungo il percorso effettuato normalmente per portare il proprio figlio a scuola, ospiteranno nella propria autovettura altri due/tre studenti residenti lungo il percorso.
Ai fini dell’iscrizione l'autista dovrà compilare correttamente in ogni sua parte il “Modulo di iscrizione al Progetto Car-pooling”, con la stessa modalità anche i passeggeri dovranno essere iscritti, su apposito modulo dal genitore. In quanto partecipante al Progetto di car-pooling, l’autista può compiere l’intero percorso di andata e ritorno, da origine a destinazione e viceversa (anche con equipaggi diversi) oppure scegliere solo il percorso casa-scuola o scuola-casa.

6 - Diritti e doveri degli Iscritti
Nei rapporti con gli Enti Promotori (Comune, Istituto Comprensivo e Azienda Sanitaria) e con il gruppo formale Piedibus, ciascun partecipante (autista e passeggero) ha il dovere di comportarsi correttamente e civilmente, evitando atteggiamenti che possano creare ostacoli al corretto svolgimento del servizio e attenendosi comunque ai criteri indicati nel “Codice di comportamento”.
Gli Iscritti hanno il diritto di godere dei servizi e delle agevolazioni loro riservati, come ad esempio un accesso agevolato alla scuola. Dal punto di vista assicurativo i ragazzi iscritti al car pooling godono dell'assicurazione scolastica per il percorso casa-scuola e scuola-casa (percorso in itinere). Gli autisti sono assicurati dall'Amministrazione Comunale come accompagnatori piedibus dal momento in cui scendono dalla propria auto per accompagnare i ragazzi a scuola. Per quanto riguarda il tragitto in auto, l'RC auto copre i danni verso tutti i trasportati.

7 – Identificazione degli equipaggi

Contrassegno identificativo per l'autovettura
Ogni Iscritto come “autista” di un equipaggio riceve un contrassegno numerato di identificazione dell’autovettura utilizzata per il trasporto collettivo, che va esposto in modo visibile sul cruscotto. Il contrassegno numerato è riferito al percorso che l'auto compie nel raccogliere i passeggeri dell'equipaggio.
L’autista si impegna a comunicare nel più breve tempo possibile al referente del progetto (gruppo formale del piedibus) le eventuali modifiche dei dati anagrafici.
In caso di furto, smarrimento e deterioramento del contrassegno, sarà possibile ottenere un duplicato.
Pettorina ad alta visibilità per i passeggeri
I passeggeri delle auto car pooling devono indossare una pettorina ad alta visibilità, fornita dall'Azienda Sanitaria, utile soprattutto alle insegnanti per indirizzare i bambini, al termine dell'orario scolastico, nei giusti raggruppamenti per il rientro a casa (pulmino, piedibus, car pooling, ecc.).
Sistemi di ritenuta
E' fondamentale che i passeggeri vengano trasportati in auto in completa sicurezza. Per questo è un obbligo, secondo il Codice della Strada, che i ragazzi, con un'altezza inferiore ai 150 cm, utilizzino sistemi di ritenuta opportunamente omologati (cuscinotti o alzatine). Per i passeggeri con altezza superiore ai 150 cm è d'obbligo delle cinture di sicurezza anche nei sedili posteriori.
 

Allegati

 
Regolamento
 300 KByte
 
 
Scheda-Adesione
 291 KByte